Asilo Nido comunale "Arcobaleno"

- L'organizzazione dell'Asilo Nido
- Calendario
- Iscrizione
- Ambientamento
- Rette di frequenza mensili, agevolazioni e riduzioni
- Contributi ad abbattimento delle rette di frequenza e bonus
- Pagamenti
- Assenze

L'organizzazione dell'Asilo Nido

Immagine dell'ingresso del Nido Arcobaleno

L'ASILO NIDO  è un servizio rivolto ai bambini dai tre mesi ai tre anni che offre alle famiglie sostegno e collaborazione per favorire un armonico sviluppo dei bambini piccolissimi.

L'attività del Nido si distingue per la cura che viene prestata alla componente affettiva ed emotiva del rapporto con il bambino piccolo, oltre che per la costante attenzione alle sue esigenze motorie, sensoriali e di apprendimento, che vengono stimolate con attività di gioco nel contesto di una attenta relazione adulto-bambino.
Nel Nido gli spazi e gli ambienti di vita sono appositamente pensati e predisposti per promuovere la crescita, lo sviluppo psicomotorio e intellettivo del bambino.
I bambini sono suddivisi in sezioni in base all'età: piccoli, medi e grandi. Ogni educatrice segue dai cinque ai dieci bambini.

Calendario

Immagine stilizzata di un calendario

L'attività del Nido inizia a settembre, dopo alcuni giorni dedicati all'aggiornamento del personale ed alla programmazione educativa, per concludersi a fine luglio.

L'attività è sospesa nel mese di agosto (a meno che non pervenga un adeguato numero di richieste di apertura per la prima settimana) dal 24 dicembre al 6 gennaio e dal giovedì antecedente la Pasqua al martedì successivo, nelle giornate di sabato, quelle festive e del Santo Patrono (11 novembre).

I bambini possono frequentare l'Asilo Nido dal lunedì al venerdì con le seguenti OPZIONI DI FREQUENZA:

- Tempo ridotto mattina
- Tempo ridotto pomeriggio
- Tempo ridotto alternato
- Tempo pieno
- Tempo prolungato  

e i seguenti ORARI:

Ingresso:
- 7.30 9.15;
- 11.30 o 12.30 per chi usufruisce del tempo ridotto pomeriggio o alternato (ridotto mattina/ridotto pomeriggio);

Uscita:
- 12.30 - 13.00/13.15 per chi usufruisce del tempo ridotto mattina;
- 15.45 - 16.00/16.15 per chi usufruisce del tempo pieno o del tempo ridotto pomeriggio;
- 16.00 - 17.30 per chi usufruisce del tempo prolungato o del tempo ridotto pomeriggio.

La giornata tipo prevede:
- una piccola colazione dopo l'entrata del mattino
- la proposta di attività e di giochi a seconda dell'età del bambino
- le cure personali
- il pranzo
- il riposo
- la merenda
- le attività pomeridiane
Viene posta particolare attenzione alle specifiche esigenze di ciascun bambino.

Iscrizione

QUANDO PRESENTARE LA DOMANDA
Una volta all'anno, nel 2020 da lunedì 4 maggio a martedì 30 giugno, l'Asilo Nido raccoglie tutte le iscrizioni per l'anno educativo successivo, che si apre in settembre. È comunque possibile presentare le iscrizioni anche in altri periodi dell'anno, le stesse verranno accolte se ci saranno posti disponibili.
NOTA: dal 2 aprile al 30 giugno 2020 è possibile presentare la domanda di contributo regionale ad abbattimento della retta (info nel paragrafo dedicato "Rette di frequenza mensili, agevolazioni e riduzioni")  

COME COMPILARE LA DOMANDA
La domanda può essere compilata utilizzando il modulo disponibile di seguito:

Apri o scarica il MODULO DI ISCRIZIONE in PDF

Apri o scarica il MODULO DI ISCRIZIONE in WORD

COME PRESENTARE LA DOMANDA
La domanda, per l’anno 2020, tenuto conto delle limitazioni previste a livello nazionale e regionale a causa dell’emergenza sanitaria da Covid-19, potrà essere presentata al Comune in uno dei seguenti modi:
-  dopo la compilazione e la firma del modulo, questo potrà essere trasmesso tramite e-mail segreteria@com-tolmezzo.regione.fvg.it o PEC comune.tolmezzo@certgov.fvg.it alla quale deve essere allegata la carta di identità del sottoscrittore. Non è necessario allegare la carta di identità qualora la domanda sia sottoscritta con firma elettronica digitale.
Nel caso fosse impossibile (mancanza di e-mail e PEC) presentare la domanda secondo le modalità sopra indicate, si potrà consegnare il modulo a mano esclusivamente previo appuntamento telefonico all’ufficio segreteria (0433 487971, sig.ra Loredana Ridolfo).

ALLEGATI
Assieme alla domanda di iscrizione deve essere consegnata l'attestazione ISEE rilasciata da un CAAF .
Tenuto conto dell’emergenza sanitaria in atto, qualora non sia possibile presentare l’attestazione ISEE contestualmente alla domanda di iscrizione, è sufficiente che questa sia presentata entro l’ultimo giorno del mese di inizio della frequenza all’asilo nido.

ISTRUTTORIA

L'Asilo Nido, in base al numero delle domande pervenute, predispone, sezione per sezione, le graduatorie per l'ammissione e comunica alle famiglie di aver accolto la richiesta, entro il mese di novembre per i bambini che verranno inseriti a gennaio, ed entro luglio per quelli che inizieranno in settembre. Le comunicazioni di accoglimento delle domande presentate nel corso dell'anno verranno inviate alle famiglie entro i successivi trenta giorni.

Note
Nella domanda il richiedente rilascia, sotto la propria responsabilità, alcune dichiarazioni sostitutive di atto notorio (D.P.R. 445/2000).
Fra queste, le più importanti sono:
1) essere a conoscenza della necessità di comunicare alla Direzione dell'Asilo Nido ogni variazione del reddito, della residenza e dello stato di famiglia;
2) la composizione del nucleo familiare, come risulta dello stato di famiglia;
3) l'eventuale possesso da parte del bambino di uno o più titoli di priorità nella formazione delle graduatorie per l'ammissione.
Tali precedenze riguardano, nell'ordine, i seguenti casi:
- bambini portatori di disabilità certificata dai Servizi Socio Sanitari (9 punti);
- bambini che appartengono a famiglie in difficoltà per gravi malattie dei genitori, certificate dai Servizi Socio Sanitari (8 punti);
- bambini che appartengono a famiglie in difficoltà per particolari problemi di ordine psicologico, relazionale o sociale, segnalati dai Servizi Socio Sanitari (7 punti);
- bambini orfani (6 punti);
- bambini riconosciuti da un solo genitore (5 punti);
- bambini con entrambi i genitori che lavorano (4 punti);
- bambini riconosciuti dal genitore non convivente (3 punti);
- fratelli di bambini che già frequentano il Nido (2 punti);
- elevato numero di figli in relazione alle condizioni di abitabilità degli alloggi (1 punto). 

È importante ricordare che sono previste sanzioni penali per chi dichiara il falso nelle dichiarazioni sostitutive di atto notorio (D.P.R. 445/2000) e che l'Amministrazione Comunale è tenuta ad effettuare controlli, anche a campione, delle veridicità del contenuto delle stesse.

L'informativa sul trattamento dei dati personali è disponibile nel procedimento "Iscrizione bambini all'Asilo Nido Arcobaleno" (VAI alla pagina)

Ambientamento

Immagine del giardino esterno del Nido Arcobaleno

L'ambientamento del bambino al Nido costituisce un momento delicato ed importante e perciò viene attuato in modo graduale, per permettere al bambino di conoscere ed acquisire fiducia nel nuovo ambiente, nelle educatrici e negli altri bambini.

Affinché i bambini ed i genitori siano accolti nel migliore dei modi è necessario distribuire  nel tempo gli  ambientamenti, che possono essere di gruppo o individuali, e vengono effettuati dall'inizio di settembre per i bambini che iniziano a frequentare a settembre o ottobre e da gennaio per quelli che invece iniziano a frequentare da gennaio.
Per gli inserimenti che avvengono nel corso dell'anno, al di fuori dei periodi prestabiliti, i tempi e le modalità di ambientamento vengono concordati in base alla situazione della sezione e alle esigenze dei genitori.
Le educatrici programmano gli ambientamenti tenendo conto dell'età dei bambini e della composizione della sezione.
Per rispettare al meglio le esigenze di ogni singolo bambino, inoltre, le modalità ed i tempi di ambientamento vengono "personalizzati". L'ambientamento è infatti preceduto da un incontro tra l'educatrice ed i genitori, durante il quale viene presentata l'organizzazione, vengono stabilite le modalità di  inserimento e chieste notizie del bambino.
Per dare sicurezza al bambino al momento dell'ingresso al Nido, durante l'ambientamento è prevista la presenza di un genitore. Le modalità ed i tempi saranno concordati tra lo stesso genitore e  l'educatrice di riferimento.

Rette di frequenza mensili, agevolazioni e riduzioni

Immagine della cucina bimbi del Nido

L'importo della retta mensile rapportato all'ISEEdella famiglia, come risulta dalla certificazione rilasciata dal CAAF riferita all'anno solare immediatamente precedente a quello di frequenza, è così determinato:

- Apri la tabella con gli importi delle rette in vigore a partire dall'anno educativo 2017/2018 fino al termine dell'anno educativo 2019/2020

AGEVOLAZIONI E RIDUZIONI e ULTERIORI INFORMAZIONI (in vigore fino al termine dell'anno educativo 2019/2020)

- Nel caso in cui due o più fratelli frequentino contemporaneamente il Nido, verrà applicata una riduzione del 20% ciascuno;
- Ai genitori dei bambini che inizieranno a frequentare il Nido dopo il mese di settembre verrà richiesta una quota di prenotazione pari a  euro 60,00;
- Solo per il primo mese d'inserimento del bambino al Nido, in caso di inizio frequenza dopo il quindicesimo giorno del mese, la retta mensile sarà ridotta del 50%;
- Agli utenti che usufruiranno dell'orario ridotto mattiniero o pomeridiano e che per motivi di lavoro o di famiglia dovessero aver necessità di un prolungamento d'orario per non più di quattro pomeriggi o mattine al mese, sarà richiesta un'integrazione della retta mensile proporzionata al numero delle ore in più effettivamente fruite;
- Nel caso di ritiri definitivi entro il 15° giorno del mese, la retta mensile sarà ridotta del 50%;
- Per il solo mese di luglio, con preavviso entro la fine del mese di maggio, sarà possibile ridurre la retta del 50% se la frequenza del Nido verrà sospesa;
- Se durante l'anno di permanenza al Nido si dovesse verificare una consistente variazione in diminuzione del reddito del nucleo familiare, dovuto alla perdita del posto di lavoro o del reddito di uno dei genitori del bambino, l'interessato potrà usufruire, a richiesta, di una riduzione temporanea della retta mensile fino al  massimo del 25%,  graduata a seconda della gravità della situazione.  La domanda dovrà essere adeguatamente documentata. L'agevolazione cessa di essere applicata nel caso in cui la condizione del genitore muti nuovamente da disoccupato ad occupato;
- Il Comune di Tolmezzo per l'Asilo Nido sostiene dei costi di gestione che non vengono interamente coperti dalle rette. Per i bambini residenti, tali costi restano a carico del Comune, mentre per i non residenti devono essere coperti dalle famiglie, a meno che i Comuni di residenza non se ne facciano carico in tutto o in parte.
I genitori dei bambini non residenti quindi, oltre ad essere tenuti al pagamento della retta, saranno chiamati, alla fine dell'anno solare, a contribuire ai costi di gestione sulla base dei dati a consuntivo, a meno che i Comuni di provenienza non si accollino in tutto o in parte tali oneri.

- Apri la tabella con gli importi delle rette in vigore a partire dall'anno educativo 2020/2021

AGEVOLAZIONI E RIDUZIONI e ULTERIORI INFORMAZIONI (in vigore a partire dall'anno educativo 2020/2021)
Nel caso di primo inserimento all'asilo nido
        - per le settimane di ambientamento: la retta sarà forfetizzata in euro 50 a settimana, tenuto conto che durante tale periodo il servizio fornito alle famiglie è parziale: la permanenza al nido si riduce a pochissime ore al giorno, il servizio mensa per il pranzo e la merenda non viene di fatto usufruito, ecc.
        - per il resto del mese: sarà applicata la retta prevista per fascia di reddito e tempo di frequenza, suddivisa convenzionalmente per 30 giorni e moltiplicata per i giorni feriali residui
- Quando si verifichino dei ritiri definitivi entro il 15° giorno del mese la retta verrà ridotta del 50%;
- Alle famiglie dei bambini che inizieranno l’effettiva frequenza successivamente al mese di settembre, sarà richiesta una quota di prenotazione, pari ad € 60,00 per ciascun mese;
- Agli utenti che usufruiranno dell’orario ridotto fino alle ore 13.00 che per motivi di lavoro o gravi motivi familiari certificabili usufruiranno di un prolungamento d’orario per alcuni pomeriggi al mese, sarà richiesta un’integrazione della retta mensile proporzionata al numero delle ore in più effettivamente fruite;
- Nel caso di assenze continuative prolungate, dovute a malattia, pari o superiori a 11 giorni (intendendo come tali i giorni durante i quali il nido è in funzione) la retta relativa al mese immediatamente successivo a quello dell’ultimo giorno di assenza sarà ridotta del 50%. Al fine di ottenere tale agevolazione, dovrà essere allegato certificato medico attestante le giornate effettive di assenza dell’utente del nido per malattia.
- In caso di consistente variazione, improvvisa ed imprevista, del reddito percepito dal nucleo familiare a causa di eventi straordinari l’interessato potrà fruire, a richiesta, di una riduzione temporanea della retta mensile per massimo il 25% graduato a seconda della gravità della situazione. La domanda dovrà essere adeguatamente documentata. L’agevolazione cessa di essere applicata nel caso in cui la condizione del genitore interessato muti nuovamente.

Contributi ad abbattimento delle rette di frequenza e bonus

Immagine del salone pulcini

CONTRIBUTO REGIONALE

La Regione Friuli Venezia Giulia sostiene le famiglie con i seguenti contributi, per l’abbattimento delle rette, che saranno scorporati dalla rette mensile dovuta al Comune.
-  CONTRIBUTO REGIONALE FINANZIATO CON FONDI REGIONALI
-  CONTRIBUTO REGIONALE FINANZIATO CON IL FONDO SOCIALE EUROPEO
Per ulteriori informazioni circa il possesso dei requisiti di carattere soggettivo per l’ammissione a tali benefici e l’ammontare degli stessi è possibile consultare il sito della Regione FVG (vai al sito) oppure contattare gli Uffici del Servizio Sociale dei Comuni dell’Azienda Sanitaria Universitaria Friuli Centrale – ASU FC che si trovano in via Carnia Libera 1944, n. 29 – Tel. 0433 488846 che gestiscono il procedimento relativo all’assegnazione di tali benefici (raccolta istanze, istruttoria, assegnazione, ecc.)
Tali benefici sono tra loro non cumulabili.
Questi contributi sono cumulabili, invece, con altri contributi e agevolazioni (ad esempio Bonus INPS), anche fiscali, per l’accesso ai servizi educativi per la prima infanzia, fino alla concorrenza della spesa rimasta a carico della famiglia.
La domanda per l’accesso ai benefici di cui sopra va presentata entro il 31 maggio di ogni anno, per l’anno 2020 il termine è prorogato al 30 giugno 2020 e vale per l’anno educativo che inizia il 1° settembre dello stesso anno. Le domande possono essere presentate anche dopo il 30 giugno 2020: in questo caso non sono ammesse automaticamente al beneficio, ma vengono valutate in base alla disponibilità di risorse.
NOVITÀ IMPORTANTE: per l’anno educativo 2020/2021 le richiese vanno presentate esclusivamente tramite il sistema Istanze online. 
Il link per presentare la domanda di accesso al beneficio regionale o FSE è disponibile al sito della Regione FVG (vai al sito)

BONUS ASILO NIDO dell'INPS
Si informano le famiglie che è possibile, in aggiunta ai benefici regionali, richiedere il bonus nido INPS. La richiesta va inoltrata all’INPS. Per ulteriori informazioni in merito ai requisiti di carattere soggettivo per l’ammissione al bonus e all’ammontare dello stesso consultare la pagina dedicata (vai al sito)

Pagamenti

A partire dall’anno educativo 2020/2021 le fatture relative alle rette mensili per la frequenza all’asilo nido, potranno essere pagate anche on line attraverso la piattaforma PagoPA che sarà resa in evidenza nella Home Page di questo sito internet. Maggiori informazioni saranno fornite al momento dell’emissione della prima fattura.

Assenze

Immagine di un particolare del salone interno

I genitori sono invitati a comunicare tempestivamente il motivo dell'assenza del proprio bambino, soprattutto quando sia stata riscontrata una malattia infettiva diffusiva, al fine di consentire la sollecita attuazione di opportune misure profilattiche agli utenti dell'Asilo Nido ed alla struttura.

Nel caso si presentassero situazioni non compatibili con la convivenza in comunità (ad esempio quando il bambino ha la febbre alta, diarrea, vomito, congiuntivite, sospetta malattia infettiva) i genitori verranno contattati telefonicamente.
Per ogni periodo di assenza continuativa del bambino dal Nido, pari o superiore a 11 giorni di servizio (intendendo come tali i giorni durante i quali il Nido è in funzione) la retta relativa al mese immediatamente successivo a quello dell'ultimo giorno di assenza sarà ridotta del 50% a seguito della presentazione di un certificato medico attestante la durata della malattia.

Consulta la pagina dedicata al procedimento "ISCRIZIONE BAMBINI ALL'ASILO NIDO ARCOBALENO"