Accensione di fuochi all'interno del centro abitato, nei comuni di Amaro, Cavazzo Carnico, Tolmezzo e Verzegnis

Oggetto

Accensione di fuochi all'interno del centro abitato, nei comuni di Amaro, Cavazzo Carnico e Tolmezzo (Dal 2017 il procedimento è di competenza dell'UTI Carnia)

Area Tematica

Territorio, ambiente, raccolta legna, rifiuti

Descrizione

(Dal 2017 il procedimento è di competenza dell'UTI Carnia, in via transitoria restano in pubblicazione le indicazioni principali e la modulistica, in attesa della pubblicazione sul sito dell'UTI).

Questo procedimento si avvia quando si ha la necessità di accendere un fuoco (per bruciare stoppie, ramaglie o fogliame), all'interno del centro abitato, nei periodi al di fuori dei mesi di marzo, aprile, settembre e ottobre per quanto riguarda Cavazzo Carnico e Tolmezzo e nei periodi al di fuori dei mesi di marzo, aprile, settembre, ottobre e novembre per quanto riguarda il Comune di Amaro.

Responsabile procedimento: 

Termine per la conclusione (giorni): 30

In base alla norma: Regolamenti di Polizia Urbana di Amaro (art. 39), Cavazzo Carnico e Tolmezzo (art. 40) - Regolamento di Polizia Rurale di Verzegnis (art. 11)

Ufficio: Polizia Locale (dal 2017 il servizio è svolto dall'UTI Carnia)

 

 

CHI PUÒ PRESENTARE LA DOMANDA

La domanda può essere presentata da chiunque abbia necessità di accendere un fuoco (per bruciare stoppie, ramaglie, fogliame secco e altri materiali provenienti dalla lavorazione della terra) all'interno del centro abitato, nei comuni di AMARO, CAVAZZO CARNICO e TOLMEZZO. Se l'autorizzazione viene rilasciata l'accensione del fuoco è consentita solo fra le ore 4.00 e le ore 7.00 nei comuni di Cavazzo Carnico e Tolmezzo e tra le 5.00 e le 9.00 nel Comune di Amaro.
Al di fuori del CENTRO ABITATO (come definito dal Nuovo Codice della Strada "insieme di edifici delimitato, lungo le vie di accesso, dagli appositi segnali di "inizio" e "fine") l'autorizzazione deve essere richiesta al Corpo Forestale dello Stato/Regionale e ai Vigili del Fuoco.
A VERZEGNIS, invece, l'abbruciamento di materiale vegetale è ammesso adottando tutte le precauzioni indispensabili per prevenire incendi e non arrecare danni a persone o cose (non è prevista la domanda in Comune). Nei periodi di massima pericolosità, definiti dal piano regionale antincendio, l'accensione del fuoco deve essere eseguita previa autorizzazione dell'Autorità Forestale.

QUANDO PRESENTARE LA DOMANDA

La domanda è necessaria solo se l'accensione del fuoco è prevista nei mesi di gennaio, febbraio, maggio, giugno, luglio, agosto, novembre e dicembre, nei comuni di Cavazzo Carnico e Tolmezzo e nei mesi di gennaio, febbraio, maggio, giugno, luglio, agosto e dicembre nel Comune di Amaro.
Per l'accensione del fuoco nei mesi di marzo, aprile, settembre e ottobre a Cavazzo Carnico e Tolmezzo non è necessario chiedere l'autorizzazione, ma l'accensione, anche in questo caso, è consentita solo dalle ore 4.00 alle ore 7.00.
Per l'accensione del fuoco nei mesi di marzo, aprile, settembre, ottobre e novembre ad Amaro non è necessario chiedere l'autorizzazione, ma l'accensione, anche in questo caso, è consentita solo dalle ore 5.00 alle ore 9.00.

COME COMPILARE LA DOMANDA

La domanda può essere compilata utilizzando il modulo allegato.

COME PRESENTARE LA DOMANDA

 La domanda può essere consegnata all'UTI Carnia in uno dei seguenti modi:

- direttamente, consegnandola all'Ufficio Polizia Locale della sede distaccata dell'UTI Carnia presso il Comune di Tolmezzo durante gli orari di apertura al pubblico;
- all'Ufficio Protocollo dell'UTI Carnia, in via Carnia Libera 1944 n. 29;
- tramite posta (ordinaria - in questo caso non c’è garanzia di ricevimento - o raccomandata);
- tramite posta elettronica “semplice”, all'indirizzo dell'ufficio di riferimento, se firmata digitalmente, oppure se scansionata con allegata la copia del documento di identità (in questo caso non c’è garanzia di ricevimento);
- tramite PEC all'indirizzo PEC dell'UTI Carnia se firmata digitalmente, oppure se scansionata con allegata la copia del documento di identità, in questo caso l'invio ha lo stesso valore di una raccomandata AR.

Per maggiori informazioni consultare l'articolo 40 dei Regolamenti di Polizia Urbana di Cavazzo Carnico e Tolmezzo, l'articolo 39 del Regolamento di Polizia Urbana di Amaro e l'articolo 11 del Regolamento di Polizia Rurale di Verzegnis.