Assegno statale per i nuclei familiari con almeno tre figli minori

Oggetto

Assegno statale per i nuclei familiari con almeno tre figli minori

Area Tematica

Contributi economici e agevolazioni

Descrizione

Assegno mensile che viene concesso per tredici mensilità alle famiglie residenti nel territorio dello Stato con tre o più figli minori.

Responsabile procedimento: Elena Brollo

Termine per la conclusione (giorni): 30

In base alla norma: Regolamento comunale sul procedimento amministrativo

Tempo medio effettivo di conclusione (giorni): 15 giorni per la parte di procedimento di competenza dei Comuni, 180 dal ricevimento della richiesta all'erogazione del contributo da parte dell'I.N.P.S.

Ufficio: Assistenza

CHI PUÒ PRESENTARE LA DOMANDA

L’assegno può essere richiesto al comune di residenza da uno dei genitori, che deve convivere con i tre figli ed essere:

cittadino italiano,

oppure

- cittadino comunitario,

- cittadino extra-comunitario, in possesso del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo ai sensi del D.Lgs. n. 3/2007 (oppure della carta di soggiorno se rilasciata prima del D. Lgs. n. 3/2007),

- in possesso dello status di rifugiato politico.

Ai figli minori del richiedente sono equiparati i figli conviventi del coniuge e i minori ricevuti in affidamento preadottivo dal richiedente.

Il reddito del nucleo familiare non deve superare i limiti di seguito indicati.

LIMITI DI REDDITO PER POTER PRESENTARE LA DOMANDA

Così come accaduto nel 2016, restano fermi anche per l'anno 2017 la misura e i requisiti economici dell'assegno di maternità.

Il nucleo familiare deve essere in possesso di risorse economiche tali da non superare i seguenti valori dell’indicatore ISEE: euro 8.555,99.

IMPORTO DELL'ASSEGNO

L'importo massimo dell'assegno mensile è di euro 141,30 indicizzato annualmente. Sono previste tredici mensilità.

COME COMPILARE LA DOMANDA

La domanda può essere compilata utilizzando il modello allegato.

ALLEGATI ALLA DOMANDA

- fotocopia di un valido documento di identità, se la domanda non viene sottoscritta davanti al funzionario che la riceve e che deve riconoscere la persona che sottoscrive.
- copia del titolo di soggiorno (nel caso di cittadini extra comunitari).

QUANDO PRESENTARE LA DOMANDA

La domanda deve essere presentata al Comune di residenza entro il 31 gennaio dell’anno successivo a quello per il quale è richiesto il contributo.
I nuclei familiari che rimangono all’interno dei parametri richiesti devono rifare la domanda ogni anno.

COME PRESENTARE LA DOMANDA

La domanda può essere consegnata al Comune in uno dei seguenti modi:
- direttamente, consegnandola all'ufficio di riferimento, all'Ufficio Protocollo oppure allo Sportello del Cittadino durante gli orari di apertura al pubblico;
- tramite fax;
- tramite posta (ordinaria - in questo caso non c’è garanzia di ricevimento - o raccomandata);
- se firmata digitalmente, tramite posta elettronica “semplice” all'indirizzo dell'ufficio di riferimento o del Comune (riportato anche nella homepage del sito), in questo caso non c’è garanzia di ricevimento;
- se firmata digitalmente, tramite PEC all'indirizzo PEC del Comune interessato (riportato anche nella homepage del sito, in questo caso l'invio ha lo stesso valore di una raccomandata AR).