Deroga ai limiti acustici per l'esecuzione di lavori in cantieri edili, stradali e assimilabili

Oggetto     

(Dal 2017 il procedimento è di competenza dell'UTI Carnia, in via transitoria restano in pubblicazione le indicazioni principali e la modulistica, in attesa della pubblicazione sul sito dell'UTI).

Deroga ai limiti acustici per l'esecuzione di lavori in cantieri edili, stradali e assimilabili (Dal 2017 il procedimento è di competenza dell'UTI Carnia)

Area tematica

Edilizia Privata

Descrizione   

Questo procedimento si utilizza quando nei cantieri edili, stradali e simili si rende necessario eseguire i lavori in deroga ai limiti acustici previsti dal Regolamento di Polizia Urbana.

Responsabile procedimento: 

: 40

: Regolamento di Polizia Urbana

Ufficio: Polizia Locale (dal 2017 il servizio è svolto dall'UTI Carnia)

 

 

I Regolamenti di Polizia Urbana dei Comuni di Amaro, Tolmezzo e Cavazzo Carnico individuano una serie di misure preventive nella fase di organizzazione dei cantieri edili, al fine di eliminare o limitare tutti quei fattori che potrebbero produrre disturbo acustico.
Nel caso in cui queste misure non possano venire rispettate, è necessario chiedere l'autorizzazione ad eseguire i lavori in deroga ai limiti acustici.

QUANDO PRESENTARE LA DOMANDA

La domanda deve essere presentata almeno quaranta giorni prima dell'inizio del cantiere.

COME COMPILARE LA DOMANDA

La domanda può essere compilata utilizzando uno dei moduli allegati, così distinti:
- modulo cantieri 1 - da utilizzare per le attività la cui durata non è superiore ai 90 giorni ed il cui esercizio avviene con l’uso di macchinari e lavorazioni rumorose nei limiti degli orari stabiliti dal regolamento, ovvero per le attività che si protraggono per più di 90 giorni solari ma le cui lavorazioni rumorose non superano i 60 giorni anche non consecutivi ;
- modulo cantieri 2 - da utilizzare per le attività di cantiere che non rispettano i parametri di cui al punto 1).

ALLEGATI

Allegati alla domanda modulo cantieri 1:
- 1 planimetria in scala adeguata (1:2000 – 1:5000, preferibilmente su CTRN) dalla quale siano desumibili oltre che l’area di cantiere e le zone limitrofe, le posizioni delle sorgenti sonore (attrezzature rumorose), gli edifici e gli spazi confinanti (anche interni all’edificio stesso) utilizzati da persone o comunità limitrofi all’area di cantiere;
- 2 descrizione sommaria delle attività e delle attrezzature utilizzate ed eventuale cronoprogramma delle fasi lavorative;
- 3 Fotocopia di un valido documento di identità, se la domanda non viene sottoscritta davanti al funzionario che la riceve e che deve riconoscere la persona che sottoscrive;
- 4 una marca da bollo da apporre sull'autorizzazione.

Allegati alla domanda modulo cantieri 2:
-1 documentazione tecnica, redatta da tecnico competente in acustica ambientale ai sensi dell’art. 2, commi 6 e 7, della legge 447/95, e consistente in:
a) tutte le notizie utili a caratterizzare acusticamente le attività, le sorgenti sonore, i macchinari, le tecnologie utilizzate e gli orari di funzionamento/esercizio previsti: livello di potenza sonora oppure livelli sonori a distanza nota con indicazione delle fonti utilizzate;
b) stima previsionale dei livelli sonori in prossimità dei ricettori (civili abitazioni, scuole, eccetera). Tali livelli devono tener conto delle caratteristiche di emissione delle sorgenti sonore delle apparecchiature rumorose utilizzate (presenza di componenti impulsive, tonali e tonali in bassa frequenza, rumore a tempo parziale) ;
c) misure di mitigazione acustica adottate, o che si intendono adottare, al fine di ridurre l'emissione sonora.
-2 planimetria in scala adeguata (1:2000 – 1:5000, preferibilmente su CTRN) dalla quale siano desumibili oltre che l’area di cantiere e le zone limitrofe, le posizioni delle sorgenti sonore (attrezzature rumorose), gli edifici e gli spazi confinanti (anche interni all’edificio stesso) utilizzati da persone o comunità limitrofi all’area di cantiere;
- 3 la classificazione urbanistica (PRGC) e la classificazione acustica (ZONA o CLASSE) dell’area corredate da relativa legenda;
- 4 durata dell'attività oggetto della richiesta, giorni e orari di esercizio, periodi della giornata presumibilmente più rumorosi, con evidenza della tipologia e della contemporaneità d’uso dei diversi macchinari, cronoprogramma delle fasi lavorative;
- 5 una marca da bollo da apporre sull'autorizzazione.

COME PRESENTARE LA DOMANDA

La domanda può essere consegnata all'UTI Carnia in uno dei seguenti modi:
- direttamente, consegnandola all'Ufficio Polizia Locale della sede distaccata dell'UTI Carnia presso il Comune di Tolmezzo durante gli orari di apertura al pubblico;
- all'Ufficio Protocollo dell'UTI Carnia, in via Carnia Libera 1944 n. 29;
- tramite posta (ordinaria - in questo caso non c’è garanzia di ricevimento - o raccomandata);
- tramite posta elettronica “semplice”, all'indirizzo dell'ufficio di riferimento, se firmata digitalmente, oppure se scansionata con allegata la copia del documento di identità (in questo caso non c’è garanzia di ricevimento);
- tramite PEC all'indirizzo PEC dell'UTI Carnia se firmata digitalmente, oppure se scansionata con allegata la copia del documento di identità, in questo caso l'invio ha lo stesso valore di una raccomandata AR.

Consulta il Regolamento di Polizia Urbana del Comune di Tolmezzo (art. 37 bis)
Consulta il Regolamento di Polizia Comunale di Cavazzo Carnico