Iscrizione bambini all'Asilo Nido Arcobaleno

Oggetto

Iscrizione bambini all'Asilo Nido Arcobaleno

Area Tematica

Famiglia e sevizi sociali

Descrizione

Questo procedimento si avvia quando si desidera iscrivere un bambino all'Asilo Nido comunale.
L'ASILO NIDO è un servizio rivolto ai bambini dai tre mesi ai tre anni che offre alle famiglie sostegno e collaborazione per favorire un armonico sviluppo dei bambini piccolissimi.

Responsabile procedimento: Annamaria Pascottini

Termine per la conclusione (giorni): 30

In base alla norma: Regolamento comunale sul procedimento amministrativo

Ufficio: Asilo Nido Arcobaleno

In questa pagina sono disponibili le informazioni e il modulo necessari per l'iscrizione al Nido.
Per informazioni sul servizio visita la PAGINA DEDICATA ALL'ORGANIZZAZIONE DELL'ASILO NIDO "ARCOBALENO"


QUANDO PRESENTARE LA DOMANDA

Una volta all'anno, nel 2017 da martedì 2 a mercoledì 31 maggio, l'Asilo Nido raccoglie tutte le iscrizioni per l'anno educativo successivo, che si apre in settembre. È comunque possibile presentare le iscrizioni anche in altri periodi dell'anno, le stesse verranno accolte se ci saranno posti disponibili.

NOTA: nello stesso periodo è possibile presentare la domanda di contributo regionale ad abbattimento della retta (vai alla notizia)

COME COMPILARE LA DOMANDA
La domanda può essere compilata utilizzando il modulo allegato in questa pagina.

COME PRESENTARE LA DOMANDA
La domanda può essere consegnata al Comune in uno dei seguenti modi:
- direttamente, consegnandola all'ufficio di riferimento, all'Ufficio Protocollo oppure allo Sportello del Cittadino durante gli orari di apertura al pubblico;
- tramite fax;
- tramite posta (ordinaria - in questo caso non c’è garanzia di ricevimento - o raccomandata);
- se firmata digitalmente, tramite posta elettronica “semplice” all'indirizzo dell'ufficio di riferimento o del Comune, in questo caso non c’è garanzia di ricevimento;
- se firmata digitalmente, tramite  PEC all'indirizzo PEC del Comune interessato, in questo caso l'invio ha lo stesso valore di una raccomandata AR.

ALLEGATI
Assieme alla domanda di iscrizione deve essere consegnata l'attestazione ISEE rilasciata da un CAAF .

ISTRUTTORIA
L'Asilo Nido, in base al numero delle domande pervenute, predispone, sezione per sezione, le graduatorie per l'ammissione e comunica alle famiglie di aver accolto la richiesta, entro il mese di novembre per i bambini che verranno inseriti a gennaio, ed entro luglio per quelli che inizieranno in settembre. Le comunicazioni di accoglimento delle domande presentate nel corso dell'anno verranno inviate alle famiglie entro i successivi trenta giorni.

Note
Nella domanda il richiedente rilascia, sotto la propria responsabilità, alcune dichiarazioni sostitutive di atto notorio (D.P.R. 445/2000).
Fra queste, le più importanti sono:
1) essere a conoscenza della necessità di comunicare alla Direzione dell'Asilo Nido ogni variazione del reddito, della residenza e dello stato di famiglia;
2) la composizione del nucleo familiare, come risulta dello stato di famiglia;
3) l'eventuale possesso da parte del bambino di uno o più titoli di priorità nella formazione delle graduatorie per l'ammissione.
Tali precedenze riguardano, nell'ordine, i seguenti casi:
- bambini portatori di disabilità certificata dai Servizi Socio Sanitari (9 punti);
- bambini che appartengono a famiglie in difficoltà per gravi malattie dei genitori, certificate dai Servizi Socio Sanitari (8 punti);
- bambini che appartengono a famiglie in difficoltà per particolari problemi di ordine psicologico, relazionale o sociale, segnalati dai Servizi Socio Sanitari (7 punti);
- bambini orfani (6 punti);
- bambini riconosciuti da un solo genitore (5 punti);
- bambini con entrambi i genitori che lavorano (4 punti);
- bambini riconosciuti dal genitore non convivente (3 punti);
- fratelli di bambini che già frequentano il Nido (2 punti);
- elevato numero di figli in relazione alle condizioni di abitabilità degli alloggi (1 punto). 

È importante ricordare che sono previste sanzioni penali per chi dichiara il falso nelle dichiarazioni sostitutive di atto notorio (D.P.R. 445/2000) e che l'Amministrazione Comunale è tenuta ad effettuare controlli, anche a campione, delle veridicità del contenuto delle stesse.