Occupazione di suolo pubblico con banco di vendita

Oggetto

Occupazione di suolo pubblico con banco di vendita (dal 2017 procedimento di competenza dell'UTI Carnia)

Area Tematica

Imposte e tasse

Descrizione

Dal 2017 il procedimento è di competenza dell'UTI Carnia, in via transitoria restano in pubblicazione le indicazioni principali e la modulistica, in attesa della pubblicazione sul sito dell'UTI.

Questo procedimento si utilizza per chiedere l'occupazione di suolo pubblico con banco di vendita per commercio ambulante, produttori agricoli, hobbisti ecc. L'autorizzazione viene rilasciata per un periodo non superiore a tre mesi consecutivi nell'arco dell'anno solare.
Nei lunedì di mercato, a Tolmezzo, le aree disponibili sono quelle esterne al perimetro entro il quale il mercato si svolge.

Responsabile procedimento: Elisabetta Ferrarese

Ufficio: Tributi (dal 2017 il servizio è svolto dall'UTI Carnia)

Questo procedimento si utilizza per chiedere l'occupazione di suolo pubblico con banco di vendita per commercio ambulante, produttori agricoli, hobbisti ecc. nelle aree sotto indicate (vedi ordinanza allegata). L'autorizzazione viene rilasciata per un periodo non superiore a tre mesi consecutivi nell'arco dell'anno solare.

AREE DEFINITE “FUORI MERCATO”, DURANTE LO SVOLGIMENTO DEL MERCATO SETTIMANALE (potrebbero subire variazioni/eliminazioni, in caso di spostamento del mercato settimanale dall'area attuale di svolgimento):

1. Piazza Garibaldi (area pedonale), uno spazio;

2. Piazza XX Settembre (area ex fioriere), uno spazio;

3. Via Del Din (aree di sosta lato sinistro discendente, dal parcometro all’ingresso di Palazzo Gortani), uno spazio;

4. Piazzale Domenico da Tolmezzo (di fronte alla scalinata che porta sul terrapieno dell'ex Bar Terrazza), uno spazio;

5. Via Carducci Sud (dall’ingresso dell’esercizio commerciale “CAD” sino all’ingresso del civico n. 18), due spazi.

AREE NELL’AMBITO DEL CENTRO ABITATO, ESTERNE ALL’AREA DEL MERCATO SETTIMANALE (LUNEDI’), E NON USUFRUIBILI DURANTE LO SVOLGIMENTO DEL MERCATO STESSO (sosta consentita pari a ORE 2):

1. Via Val di Gorto (area adiacente al campo sportivo – sede degli Alpini), uno spazio;

2. Via Val di Gorto (area sterrata di fronte ai civici n. 43, 45, e 47), uno spazio;

3. Via Marchi (parcheggio del cimitero), uno spazio;

4. Via Marchi (parcheggio Judo – Tennis), uno spazio;

AREE DEL CENTRO STORICO RISERVATE ALLE ASSOCIAZIONI SENZA SCOPO DI LUCRO, RELIGIOSE, ONLUS, PARTITI POLITICI E SIMILARI:

1. Piazza Garibaldi (area pedonale eccetto il lunedì mattina ed in caso di ulteriori attività svolte in altre giornate);

2. Piazza Centa (area rialzata, eccetto il lunedì mattina e in caso di ulteriori attività svolte in altre giornate);

3. Piazza XX Settembre (area delimitata dalle fioriere o portici);

4. Via Del Din (aree di sosta lato sinistro discendente, sino l’ingresso di Palazzo Gortani, esclusivamente il lunedì durante l’orario di svolgimento del mercato e compatibilmente con altre assegnazioni);

5. Via Roma (portici, esclusivamente il lunedì durante l’orario di svolgimento del mercato e compatibilmente con altre assegnazioni);

6. Via Ermacora (esclusivamente il lunedì durante l’orario di svolgimento del mercato e compatibilmente con altre asegnazioni).

CHI PUÒ PRESENTARE LA DOMANDA

Possono presentare domanda:
- i titolari di autorizzazione amministrativa per il commercio ambulante di generi alimentari e non alimentari;
- i produttori agricoli;
- gli espositori di opere di pittura, scultura, grafica, artigianato, pubblicazioni letterarie, artigianato tessile, oggetti di antichità o di interesse storico ed archeologico e usati;
- gli hobbisti,
- i promotori commerciali di materiale vario.

QUANDO PRESENTARE LA DOMANDA

Per tutti i comuni della Conca Tolmezzina: Per le occupazioni temporanee la domanda deve essere prodotta almeno 10 (dieci) giorni prima della data di inizio dell'occupazione.

Per Tolmezzo: Per le occupazioni temporanee destinate ad attività di carattere commerciale su aree comprese nella 1^ categoria (*) la domanda deve essere presentata almeno 10 giorni prima e deve essere riferita obbligatoriamente ad una occupazione che decorre dal mese in corso o al massimo dal mese successivo a quello della richiesta e per un periodo temporale non superiore ai 3 mesi successivi alla richiesta.

(*) Per 1^ categoria (articolo 18 del Regolamento per l'applicazione del canone COSAP di Tolmezzo ) si intende: Piazza XX Settembre; via Cavour; via Ermacora; via Matteotti; piazza Garibaldi; via R. Del Din; via J. Linussio; via Roma; piazza Centa; piazza Mazzini; via Cooperativa; via Lequio; piazza Domenico da Tolmezzo.

COME COMPILARE LA DOMANDA

La domanda può essere compilata utilizzando il modulo allegato.

ALLEGATI ALLA DOMANDA

- copia della denuncia di inizio attività o della licenza commerciale;
- una marca da bollo da apporre sull'autorizzazione.

COME PRESENTARE LA DOMANDA

La domanda può essere consegnata all'UTI Carnia in uno dei seguenti modi:
- direttamente, consegnandola all'Ufficio Tributi della sede distaccata dell'UTI Carnia presso il Comune di Tolmezzo durante gli orari di apertura al pubblico;
- all'Ufficio Protocollo dell'UTI Carnia, in via Carnia Libera 1944 n. 29;
- tramite posta (ordinaria - in questo caso non c’è garanzia di ricevimento - o raccomandata);
- tramite posta elettronica “semplice”, all'indirizzo dell'ufficio di riferimento, se firmata digitalmente, oppure se scansionata con allegata la copia del documento di identità (in questo caso non c’è garanzia di ricevimento);

- tramite PEC all'indirizzo PEC dell'UTI Carnia se firmata digitalmente, oppure se scansionata con allegata la copia del documento di identità, in questo caso l'invio ha lo stesso valore di una raccomandata AR.

ISTRUTTORIA

Le domande vengono accolte, sulla base della disponibilità dei posteggi, secondo l’ordine cronologico di ricezione delle stesse. Per le domande inviate tramite raccomandata si fa riferimento al timbro postale di spedizione.
Il Comune, in qualsiasi momento, si riserva il diritto insindacabile di revocare la concessione all’occupazione del suolo o di eliminare definitivamente un posteggio, per motivi di pubblico interesse, garanzia transito mezzi di emergenza e soccorso, lavori interessanti la sede stradale, modifica della viabilità, lavori di pubblico interesse, per la tutela dell’igiene e sanità pubblica o in seguito ad interventi degli strumenti urbanistici o per altri motivi di pubblico interesse ecc., senza che alcun addebito o pretesa possa essere fatto nei confronti del Comune.

PER MAGGIORI INFORMAZIONI