TARI – Tassa sui rifiuti - Inizio, variazioni, cessazione e riduzioni

Oggetto

TARI – Tassa sui rifiuti - Inizio, variazioni, cessazione e riduzioni (Dal 2017 il procedimento è di competenza dell'UTI Carnia)

Area Tematica

Imposte e tasse

Descrizione

(Dal 2017 il procedimento è di competenza dell'UTI Carnia, in via transitoria restano in pubblicazione le indicazioni principali e la modulistica, in attesa della pubblicazione sul sito dell'UTI).

L'applicazione della TARI decorre dal primo giorno di inizio dell'occupazione e perdura fino alla cessazione. Ogni utente è tenuto a presentare la denuncia occupazione locali iniziale, che deve contenere l'esatta superficie dei locali occupati, e successivamente a comunicare ogni variazione e cessazione dell'utenza.

Responsabile procedimento: 

Ufficio: Tributi (dal 2017 il servizio è svolto dall'UTI Carnia)

DENUNCIA INIZIALE DI OCCUPAZIONE LOCALI E SUCCESSIVE VARIAZIONI

L'applicazione della Tassa sui rifiuti - TARI - decorre dal primo giorno di inizio dell'occupazione e perdura fino alla cessazione.
È obbligatorio presentare apposita denuncia iniziale da parte di chiunque occupi o detenga locali sul territorio comunale e successivamente comunicare ogni variazione e cessazione dell'utenza.

La denuncia iniziale deve contenere l'esatta superficie dei locali occupati ed ha effetto anche per gli anni successivi, in caso di variazione delle condizioni di tassabilità l'utente è tenuto a presentare nuova denuncia di variazione.

CHI DEVE PRESENTARE LA DENUNCIA DI OCCUPAZIONE LOCALI

La denuncia e le successive variazioni devono essere presentate:
- nel caso di residenti
: dal soggetto intestatario della scheda anagrafica di famiglia o di convivenza;
- nel caso di non residenti
: dal conduttore, occupante o detentore di fatto.

QUANDO PRESENTARE LA DENUNCIA DI OCCUPAZIONE LOCALI E LE VARIAZIONI

La denuncia di occupazione dei locali e tutte le variazioni, comprese quelle che riguardano il venir meno delle condizioni per l'attribuzione di eventuali agevolazioni, devono essere presentate entro il 30 giugno successivo a quello dell'inizio dell'occupazione o dell'intervenuta variazione.

QUANDO PRESENTARE LA CESSAZIONE DI OCCUPAZIONE LOCALI

La comunicazione di cessazione dell'uso dei locali deve essere presentata entro trenta giorni dall'evento oppure entro il 30 giugno dell’anno successivo.

In caso di presentazione della comunicazione oltre il termine, la Tassa è dovuta fino al giorno di presentazione della stessa. La cessazione in seguito a decesso dell'utente può essere presentata dagli eredi o aventi causa.

QUALI SONO LE VARIAZIONI DA COMUNICARE

Devono essere comunicate all'Ufficio Tributi le variazioni che intervengono nel corso dell'anno e che riguardano gli elementi che determinano la composizione della tariffa di riferimento, ad esempio le modificazioni delle superfici dei locali e delle aree scoperte, e solo per i non residenti, della composizione del nucleo familiare.

COME COMPILARE LA DENUNCIA INIZIALE DI OCCUPAZIONE LOCALI E LE SUCCESSIVE VARIAZIONI

La denuncia iniziale, le variazioni e la cessazione possono essere compilate utilizzando i moduli allegati.

SUPERFICIE DA INDICARE NELLA DICHIARAZIONE

La superficie da indicare nella dichiarazione è quella reperibile nella visura catastale, escluse le aree scoperte. La TARI verrà poi calcolata sull'80% della superficie indicata in catasto.

(A partire dal mese di novembre 2015 l’Agenzia delle Entrate ha reso disponibile nelle visure catastali delle unità immobiliari censite nelle categorie A, B e C anche il dato relativo alla superficie).

QUALI SONO I LOCALI E LE AREE SOGGETTI AL TRIBUTO

Al fine della determinazione della TARI, devono essere prese in considerazione le superfici dei locali e delle aree comunque coperte, comprese le tettoie e simili. Le superfici tassabili dei locali ed aree sono calcolate, in base alla superficie netta di calpestio, espressa in metri quadrati.
Sono soggetti alla tassa tutti i vani interni alle abitazioni, sia principali (camere, sale, cucine, ecc.) che accessori (anticamere, ripostigli, corridoi, bagni, ecc.) come pure le dipendenze, anche se separate dal corpo principale dell'edificio (rimesse, autorimesse, posti auto coperti, ecc.).
Sono esclusi dall'applicazione della TARI:
- i locali e le aree scoperte in cui si formano, di regola, rifiuti speciali non assimilati agli urbani (art. 7 del D. Lgs. 22/1997);
- i locali e le aree scoperte in cui si formano, di regola, rifiuti pericolosi;
- i locali che non possono produrre rifiuti o che non comportano la produzione di rifiuti in maniera apprezzabile, come ad esempio locali destinati al culto, ripostigli utilizzati per il deposito di oggetti in disuso e nei quali non è possibile la permanenza, locali di impianti sportivi utilizzati esclusivamente all'attività sportiva, balconi, terrazze scoperte, vani ascensori, unità immobiliari ad uso abitazione chiuse, prive di qualsiasi arredo e non allacciate alla rete dei servizi pubblici, centrali termiche, celle frigorifere, locali di essicazione e stagionatura (senza lavorazione), cabine elettriche.

RIDUZIONI

La Tassa è ridotta limitatamente alla quota variabile in misura pari:

1. al 20% per le utenze domestiche utilizzate da cittadini residenti nel territorio comunale che procedono autonomamente al recupero della frazione organica, con formazione di compost riutilizzabile nella pratica agronomica;

2. al 40% per le abitazioni che distano più di 500 metri dal più vicino punto di raccolta (che comprenda almeno un cassonetto per la raccolta indifferenziata).

La Tassa è inoltre ridotta sia per la quota fissa che per quella variabile in misura pari:

3. al 25% per le abitazioni tenute a disposizione (seconde case) e gli alloggi a disposizione dei cittadini residenti all'estero;

4. al 25% per i locali, diversi dalle abitazioni, e le aree scoperte adibiti ad attività stagionale ed occupati o condotti in via non continuativa, ma ricorrente, per un periodo inferiore a 183 giorni, risultante da licenza o autorizzazione rilasciata per l'esercizio dell'attività;

Le riduzioni sono applicate su specifica richiesta da parte dei soggetti interessati con effetto dal giorno successivo alla richiesta.

Le riduzioni tariffarie sono applicate sulla base degli elementi e dei dati contenuti nella denuncia originaria, integrativa o di variazione, con effetto dall'anno successivo. Il contribuente è tenuto a comunicare entro il 20 gennaio il venir meno delle condizioni per l'attribuzione dell'agevolazione.

NOVITÀ PER L’ANNO 2015
RIDUZIONE DI DUE TERZI DELLA TARI PER I CITTADINI ISCRITTI ALL'AIRE PENSIONATI NEI PAESI DI RESIDENZA

Dall’anno 2015 viene riconosciuta per l'abitazione principale posseduta a titolo di proprietà o di usufrutto in Italia dai cittadini italiani non residenti nel territorio dello Stato e iscritti all’Anagrafe degli italiani residenti all’estero (AIRE), già pensionati nei rispettivi Paesi di residenza. L’abitazione non deve risultare locata o data in comodato d’uso. Per usufruire dell’esenzione è necessario compilare e riconsegnare al Comune il modulo di richiesta, disponibile in allegato. Questa riduzione si applica a una ed una sola unità immobiliare posseduta sul territorio Italiano.

COME PRESENTARE LA DENUNCIA INIZIALE E LE SUCCESSIVE VARIAZIONI

La denuncia iniziale e le successive variazioni possono essere consegnate all'UTI Carnia in uno dei seguenti modi:
- direttamente, consegnandole all'Ufficio Tributi della sede distaccata dell'UTI Carnia presso il Comune di Tolmezzo durante gli orari di apertura al pubblico;
- all'Ufficio Protocollo dell'UTI Carnia, in via Carnia Libera 1944 n. 29;
- tramite posta (ordinaria - in questo caso non c’è garanzia di ricevimento - o raccomandata);
- tramite posta elettronica “semplice”, all'indirizzo dell'ufficio di riferimento, se firmata digitalmente, oppure se scansionata con allegata la copia del documento di identità (in questo caso non c’è garanzia di ricevimento);
- tramite PEC all'indirizzo PEC dell'UTI Carnia se firmata digitalmente, oppure se scansionata con allegata la copia del documento di identità, in questo caso l'invio ha lo stesso valore di una raccomandata AR.

Per maggiori informazioni:

Consulta la pagina dedicata alle informazioni generali sulla Tassa sui rifiuti - TARI.